Menu

19/06/2022

Quando le api vengono in vacanza nei nostri meleti

api nei meleti

Categorie

Se le api scomparissero dalla faccia della Terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita.

Albert Einstein

Lo sapevate che ogni anno, il 20 maggio, si celebra la Giornata Mondiale delle Api? È stata istituita dall’ONU nel 2017 per sensibilizzare l’opinione pubblica sul rischio gravissimo che le api si estinguano. Un mondo senza api sarebbe una catastrofe per la biodiversità e per la possibilità di produrre cibo in maniera naturale. E noi agricoltori trentini ne siamo pienamente consapevoli. 

Il volontariato delle api

Quello che fanno le api, in un certo senso, è un “servizio gratuito”, perché andando continuamente a caccia di nettare per nutrirsi, visitano fino a 5mila fiori al giorno. In questo modo il polline, che rimane attaccato sulla peluria che ricopre il loro corpo e sulle zampe, viene trasportato da un fiore all’altro. Da questo lavoro preziosissimo dipende gran parte della produzione agricola. Pensate per esempio che senza l’azione delle api non avremmo nemmeno il caffè o il cioccolato.

Il rischio estinzione

Se l’ape del miele è la più conosciuta e diffusa (in un’arnia ce ne stanno 50-60mila), gli insetti impollinatori sono in realtà molto più numerosi: abbiamo circa 20.000 specie tra api selvatiche, bombi, farfalle e osmie (note anche come api solitarie). La loro azione non è soltanto meccanica, perché contribuiscono anche alla qualità del frutto. Le api oggi sono a rischio estinzione per diversi motivi: dall’uso di alcuni insetticidi alla progressiva perdita dell’habitat selvaggio a causa dell’urbanizzazione, dalla diffusione di parassiti (come la varroa) e patogeni, al riscaldamento globale che altera le condizioni climatiche.

api meleti

Una prima soluzione c’è

Una soluzione è prendere le api a noleggio, facendole arrivare dagli areali vocati del Trentino e anche da altre zone d’Italia, per una sorta di “vacanza”. Da qualche decennio gli apicoltori utilizzano infatti questo importante servizio, che è già diventato un’attività economica: il noleggio di api per impollinazione. L’idea è nata nei mandorleti della California e poi è arrivata anche in Italia, dove trova applicazione soprattutto nei meleti del Trentino.

In sinergia con i nostri protocolli agronomici fortemente orientati alla tutela della sostenibilità, nella nostra provincia esiste un arco temporale ben determinato in cui fermiamo completamente l’utilizzo di fitofarmaci. In questo periodo, cioè quando è il momento dell’impollinazione, gli apicoltori portano le loro api nei nostri frutteti, dove vengono lasciate libere di svolgere il loro compito. Per non trasportare le arnie, che pesano 3-4 kg, c’è anche chi utilizza delle scatole del peso di mezzo chilogrammo. Sono più leggere e possono essere distribuite meglio nei meleti. Calcolando che in un ettaro di terreno ci stanno fino a 2500 piante e che per ognuna servono 8-10 api, il numero di scatole richiesto è notevole. Terminato il periodo dell’impollinazione, le api vengono riportate nel luogo d’origine e gli apicoltori procedono con la produzione del raro miele di melo che ha una consistenza cremosa e fresca, e vanta proprietà eccellenti contro l’emicrania.

Aiutiamo le api ad aiutarci

L’idea delle “api a noleggio” si allargherà anche al resto d’Italia? Speriamo. La fioritura nei vari meleti trentini avviene grossomodo nello stesso periodo e questo sicuramente facilita l’applicazione pratica di questa virtuosa pratica agronomica. Nelle zone dove coesistono coltivazioni di alberi da frutto diversi, meleti e pescheti per esempio, i tempi di fioritura sono scaglionati e questo potrebbe complicare le attività. Ma comunque le soluzioni si trovano; solo insieme alle api l’agricoltura potrà costruire il suo futuro!

Scopri anche

MyTrentina

Scopri MyTrentina

Vogliamo portare tutti i giorni il Trentino a casa tua. Il Trentino del benessere, dello sport, delle tradizioni, dei sapori, dei profumi, delle emozioni e dei ricordi. Unisciti a noi e lasciati ispirare. Entra a far parte della nostra Community!

La Newsletter

Ci farebbe piacere restare in contatto con te. Una volta al mese ti invieremo una lettera con le opportunità che la nostra terra e i nostri prodotti possono offrirti. Perché sappiamo che il tempo è prezioso per tutti e a noi la qualità del tuo interessa moltissimo.

  • Presa visione dell'informativa sul trattamento dei dati personali consapevole che il mio consenso è puramente facoltativo, oltre che revocabile in qualsiasi momento
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.