Menu

11/11/2020

San Martino, una festa ricca di storia, valori e sapori

San Martino 11 novembre

Categorie

La nebbia a gl’irti colli
Piovigginando sale,
E sotto il maestrale
Urla e biancheggia il mare;

Ma per le vie del borgo
Dal ribollir de’ tini,
Va l’aspro odor de i vini
L’anime a rallegrar.

Giosuè Carducci

L’11 novembre si celebra San Martino, una festa molto sentita in tutta Italia. La ricorrenza è legata alla storia del santo che cedette la metà del suo mantello a un mendicante e segna un momento cruciale nella vita contadina: la fine dell’anno agricolo. Sono molte le celebrazioni per San Martino, ovunque caratterizzate da convivialità, allegria e degustazione di vino novello e altri prodotti della terra. La tradizione è celebrata anche in alcune famose poesie: San Martino di Carducci, Novembre di Giovanni Pascoli ed Estate di San Martino di Cesare Pavese. Quest’ultima si riferisce ai giorni della prima metà di novembre in cui, dopo il primo freddo, si verificano spesso condizioni climatiche più miti. Sono i giorni appunto in cui cade questa festa.

San Martino in Trentino

San Martino è il giorno che coincide con il passaggio dalla vecchia alla nuova annata agraria, il momento in cui si tirano le somme. Ma è anche il giorno in cui si rinnovano riti e tradizioni che si richiamano all’eterna lotta fra il bene e il male, fra la luce e l’oscurità, nel ritmo naturale delle stagioni. Nelle regioni alpine, e in particolare in Trentino e Alto Adige, la sera prima di San Martino si collocano sui vetri delle case disegni realizzati su carta velina colorata, raffiguranti San Martino che taglia il suo mantello. Un’altra usanza è la lanterna che viene accesa dal tramonto all’alba e portata in processione per le vie dei paesi. Un tempo le processioni erano molto diffuse nelle valli trentine e si accendevano anche enormi falò. Oggi la tradizione rimane a Predazzo, dove oltre ai fuochi si svolge un corteo per le vie del paese col suono dei campanacci per far fuggire gli spiriti maligni.

La festa di Predazzo

La notte dei fuochi di San Martino a Predazzo è una manifestazione ricca di fascino e carica d’energia. La festa risale alla tradizione delle regalìe, ovvero alla distribuzione degli utili realizzati durante l’anno agricolo da parte della Regola Feudale. Sui fianchi delle montagne attorno al paese vengono accesi cinque grandi falò dai giovani dei cinque rioni antichi di Predazzo. Per ogni rione è motivo di orgoglio riuscire a far salire le fiamme più in alto di tutti, per questo la preparazione delle cataste viene mantenuta segreta fino alla notte di San Martino. Alle ore 20 dell’11 novembre i ragazzi accendono i fuochi e vi danzano intorno suonando corni di vacca o di capra, campanacci delle mucche e racole, e agitando vecchie scope infuocate. Successivamente, mentre i fuochi iniziano a spegnersi, si partecipa all’assordante corteo per le vie del paese. Il gran finale è nella piazza dei Santi Filippo e Giacomo, gremita di spettatori, dove si ascolta il concerto conclusivo e si degustano castagne, piatti tipici e vin brulé.

Fare San Martino

Al santo del mantello è legata anche il modo di dire “Fare San Martino”, che significa traslocare. L’origine del detto appartiene sempre al mondo contadino. Quando il proprietario dei campi non rinnovava il contratto al contadino, questi era costretto a trovare un nuovo impiego altrove. Il cambio comportava quindi un trasferimento di tutta la famiglia. E la data era quasi sempre l’11 novembre, che era una specie di capodanno del mondo agrario. 

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi scoprire altre tradizioni sul Trentino, se vuoi avere la nostra magnifica regione a portata di click, registrati su myTrentina.it

Scopri anche

MyTrentina

Scopri MyTrentina

Vogliamo portare tutti i giorni il Trentino a casa tua. Il Trentino del benessere, dello sport, delle tradizioni, dei sapori, dei profumi, delle emozioni e dei ricordi. Unisciti a noi e lasciati ispirare. Entra a far parte della nostra Community!

La Newsletter

Ci farebbe piacere restare in contatto con te. Una volta al mese ti invieremo una lettera con le opportunità che la nostra terra e i nostri prodotti possono offrirti. Perché sappiamo che il tempo è prezioso per tutti e a noi la qualità del tuo interessa moltissimo.

  • Presa visione dell'informativa sul trattamento dei dati personali consapevole che il mio consenso è puramente facoltativo, oltre che revocabile in qualsiasi momento
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.